Il cielo in una stanza… non una canzone, ma nanomateriali

Non una semplice immagine del paesaggio ma un’immagine virtuale del cielo e del sole a distanza infinita; la percezione di uno spazio illimitato, al di là della finestra. Questo è oggi possibile ed è ciò che ha realizzato la start up CoeLux, spin off dell’Università degli studi dell’Insubria, grazie alle nanotecnologie.

Questo contenuto è disponibile integralmente solo agli utenti registrati.
Registrati oppure effettua il login per consultare l'articolo.

Condividi su

Comments are closed.